Bondage

Maschere sexy

Maschere sexy

Stai pensando di esplorare il vasto ed eccitante mondo del BDSM ma non sai da dove cominciare? Le maschere sexy sono il perfetto giocattolo introduttivo

Leggi di più »
Gabbie per il pene

Gabbie per pene

La gabbia per pene è il giocattolo indispensabile per ogni uomo che vuole fare giochi di dominazione con la sua partner. Questa guida, spiega passo

Leggi di più »
Pinze per capezzoli

Pinze per Capezzoli

Come probabilmente saprai i capezzoli sono una delle zone erogene più importanti per la donna e, in misura minore, anche per l’uomo. Puoi titillarli, accarezzarli, succhiarli,

Leggi di più »
Collari Bondage

Collari

I collari sono accessori importanti nei giochi erotici di coppia. Il collare di sottomissione o di dominazione non è diverso dal collare indossato dagli schiavi.

Leggi di più »
Manette bondage

Manette

Avete deciso che vorreste provare un po’ di bondage? Difficilmente da quanto si creda, non avrete subito bisogno di un’attrezzatura speciale. Per cominciare, è sufficiente

Leggi di più »

Una sculacciata qua e là non ti basta più? Ne vuoi ancora? Entra nel misterioso e profondo mondo del Bondage. Lascia parlare la tua creatività. Non importi alcun limite. Prova i diversi accessori, corde, adesivi, fruste e scopri ciò che è perfettamente adatto a te.

La cosa più importante del Bondage non è la tecnica ma la fiducia e la serenità: sentirsi a proprio agio. Devi essere d’accordo con il tuo partner sui vostri rispettivi limiti, sapere fin dove potete arrivare. La fiducia reciproca è l’inizio di questa nuova avventura. Iniziate dolcemente: bendatevi a vicenda, frustatevi, castigatevi dolcemente e usate una pelle morbida e soffice.

Trova un codice o un modo semplice per rallentare il tuo partner nei suoi ardori quando senti i tuoi limiti. Nel mondo del bondage ci sono due codici possibili: una parola per rallentare le vostre pratiche, un’altra per fermare tutto.

Lo chiamiamo Bondage ma è soprattutto con il termine Shibari che è conosciuto in tutto il mondo. Lo Shibari è una vera e propria arte. Un’arte ancestrale.

Shibari, un'arte giapponese

Gli adepti del bondage parleranno di una sorta di arte di vivere l’espressione della loro sessualità. Una relazione di grande fiducia dei praticanti. Nonostante tutto, lo Shibari è per lo più legato al campo della messa in scena piuttosto che all’abuso. Non è una pratica dolorosa, è una pratica che richiede conoscenza e controllo.

In origine, lo Shibari dell’epoca Sengoku (~1450) veniva usato per legare i prigionieri di guerra per torturarli. È durante l’epoca Edo (1600-1868) che è diventato quello che è oggi, un’arte. Tra stampe giapponesi e teatri kabuki, libri e film della Nikkatsu, il bondage conoscerà senza dubbio un boom maggiore negli anni a venire. Comunque, non nascondiamolo, le coppie al giorno d’oggi sono spesso alla ricerca di nuove sensazioni, il bondage è una di queste. È tuttavia necessario fare attenzione a questa pratica. Bisogna manifestare una sicurezza e un desiderio particolare per praticare quest’arte in tutta serenità.

Piacere, rituale e linguaggio del corpo

Ci sono diverse forme di piacere in una sessione di bondage, ma è soprattutto un piacere cerebrale, anche se il suo lato fisico è presente quando ci si mette a proprio agio con questo groviglio di corde intorno al corpo. Ma dove sta veramente il piacere di una sessione di bondage?

Il piacere del dominato sta nel fatto di abbandonarsi all’altro. Si lascia letteralmente andare, senza tabù, senza complessi, con assoluta fiducia per raggiungere un orgasmo senza ritegno. Può così sentirsi sollevato da tutte le decisioni da prendere. Un curioso paradosso. Per andare oltre, il dominato legato, privato di alcuni sensi è portato a concentrarsi sugli altri, amplificando le sue sensazioni. Limitarsi nei movimenti o nella parola porta alla ricezione di nuove sensazioni.

Sul lato del piacere del dominante, si trova in una situazione di potere totale. Può comandare la sua preda, manipolarla, diventare il regista del piacere dell’altro per portarlo all’orgasmo. Ma per coloro che hanno un’inclinazione artistica, è la sensazione di creare un’opera d’arte vivente. È inoltre una vera festa per gli occhi!

Se non l’avete capito, il bondage è un vero e proprio rituale. Rispettate l’altro, siate onesti, il sottomesso deve provare piacere. Anche il codice di abbigliamento è importante. Seta, velluto, pelle, maschera, corde bianche, dildo estetici..Tenete presente che l’arte dello Shibari è seria.

Per quanto riguarda il linguaggio, siamo nell’universo del BDSM, della perversione. Quindi non restate in disparte, lasciatevi andare! C’è tutto un vocabolario intorno a questa pratica. In quest’arte, il silenzio ha il suo peso, le parole segnano il piacere, il tono il suo impatto. Un maestro che lega la sua preda deve farsi rispettare e soprattutto trovare le parole giuste. Quando uno domina una sessione di bondage, la preda rimane nella sua posizione. Sappiate essere brevi e chiari negli ordini che gli date. Ma non è tutto, in termini di linguaggio, il sottomesso deve sapere come rispondere e obbedire. Rispettare ma mantenere una riserva, essere insolente ma mantenere il suo posto di preda.

Bondage per principianti

Fare i primi passi nel bondage non è facile. Iniziare una sessione di bondage senza misurare i rischi e le conseguenze delle tue azioni non è davvero consigliabile, perché ora parleremo dei tuoi primi passi nel campo dello Shibari, un’arte difficile da imparare e padroneggiare.

Per fare i primi passi nel bondage, devi convincere il tuo partner. È comunque più semplice che legarlo con la forza. Come sempre, se la vostra coppia è complice e il dialogo ben stabilito, sarà molto più facile portare l’argomento di discussione sul bondage. Non è necessario parlarne durante una cena per esercitarsi la sera stessa. Assicurati di avere tutto pronto, e poi una sera, cedete alla tentazione.

Piuttosto che fare domande durante la sessione, fatele con largo anticipo. Poi, un giorno qualsiasi, potrai semplicemente legare la tua partner senza chiederle nulla. Il “codice” di sicurezza è lì per mettere davvero fine alla sessione. Se si ribella senza usare il codice, lo fa per stare al gioco. Legare mentre ci si diverte, ridere, cambiare ruolo, tutta questa fase di scoperta si trasformerà poco a poco in un piacere leggero prima di rendersi conto che questo si intensificherà con questa sensazione di perdita di libertà.

Bondage

Misure di sicurezza

Parliamo della sicurezza nel mondo della schiavitù. Come sapere se si è pronti a provare il bondage? Se hai, di tanto in tanto, qualche sogno di sottomissione o dominazione, probabilmente hai qualche desiderio nel campo del BDSM. Ti basteranno pochi minuti per capire se legare o farsi legare può darti qualche forma di piacere. Ma solo perché hai delle idee folli sul legare non significa che sei pronto a passare all’azione. Ci sono molte cose che devi sapere prima di iniziare.

La prima regola è quella di tenere un paio di forbici a portata di mano se è necessario tagliare la corda in caso di emergenza. Una “preda” sottoposta a una sessione di bondage può sentirsi male o in ansia per la sua perdita di libertà.

La seconda, come in tutte le pratiche dell’universo BDSM, è necessario concordare una “parola di sicurezza” per poter mettere fine alla sessione se la liberazione diventa necessaria immediatamente. Ma nella pratica del bondage, accade spesso che la preda sia anche imbavagliata. Pertanto, pensate a concordare un codice visivo. Un oggetto tenuto in mano che può essere lasciato cadere se la sessione deve finire, per esempio.

La terza regola è quella di saper dove posizionare la corda e i nodi. Ci sono tre aree che dovrebbero essere lasciate intatte da qualsiasi serraggio: il collo, l’inguine e le ascelle. L’applicazione di un nodo in queste zone taglia l’apporto di sangue al cuore. Per evitare di interrompere la circolazione, moltiplicate la corda intorno alle zone sensibili in modo che la forza del serraggio sia distribuita correttamente.

Consigli pratici

Una sessione di bondage non va fatta tra due programmi televisivi. È necessario prevedere il tempo per realizzare una sessione di bondage e questa durata è importante da controllare. In ogni caso, la cosa principale è ascoltare il piacere dell’altro per regolare questa durata. Ma tenete a mente una cosa, non importa quanto sia lunga la vostra sessione, più passa il tempo, più i nodi diventano dolorosi.

Se non hai fiducia nelle tue capacità di bondage, non cercare di legare troppo il tuo partner. Avvolgere la corda più volte intorno ad un membro permette di moltiplicare la forza del serraggio mentre permette a colui che è legato, di sentirsi più comodo e avrà meno la sensazione di strangolamento dei suoi membri.

E il dolore? Una sessione di bondage deve far male o no? Se la persona legata vuole essere ferita, perché non soddisfare il suo desiderio? Se ti trovi nella situazione opposta, puoi anche praticare il bondage con i foulard.

Ma dovete essere consapevoli che il bondage non vi farà sentire come se una piuma vi stesse scivolando addosso. Essere immobilizzati in modo forzato, porta inevitabilmente al dolore. Ma il dolore può essere domato, sapere come resistere e domarlo, è la garanzia di capire il proprio livello di accettazione del dolore e trovare piacere in esso. Amare il dolore può significare amare il piacere. Il dolore può anche portare alcune persone all’orgasmo.

Accessori per il Bondage

Il bondage non è solo corda, è uno degli accessori del bondage! Anche se nella tradizione dell’arte dello Shibari, la corda rappresenta l’unico accessorio per la sua realizzazione. Ma al giorno d’oggi, moltiplichiamo le esperienze, un nuovo accessorio o due non fanno mai male!

Le manette. Questo accessorio porta un forte simbolismo, ma ad alcune persone non piace. Tutti trovano scuse: fa male, non si stringe bene, hanno paura di perdere la chiave… Sono solo argomenti vani. È soprattutto una questione di gusto!

Il foulard. Beh, io dico foulard, ma voi siete liberi di scegliere. Che siano calze o mutandine, tutto è buono per legare la tua preda. E poi, ammettere che imbavagliare una donna con le sue stesse mutande è eccitante.

Morsetti per il seno. Sentire una pinza sul proprio seno dà grande eccitazione e piacere. Alcuni dei morsetti sono esteticamente piacevoli e si adattano perfettamente alla bellezza dell’arte dello Shibari.

Days
Hours
Minutes
Seconds

Secret Sale ! Pro Penguin Next Generation è un succhia clitoride di Satisfyer